Chi siamo - Singola | Storie di scenari e orizzonti

Chi siamo

Singola è la prima rivista italiana che ha come focus i futuri scenari di società e cultura.

Dall'inizio del 2020, Singola è la rivista digitale per chi vuole riflettere sul mondo di oggi e su quello di domani.
Siamo nati per cercare di colmare la carenza di contenuti non specialistici, in italiano, su temi come l'interazione tra realtà e virtuale, l'intelligenza artificiale, l'Antropocene, gli sviluppi della globalizzazione, le problematiche ambientali e in generale l'analisi sul mondo contemporaneo e sui future studies.
La nostra ambizione è riuscire a trasformare l'idea di una semplice rivista in un think tank continuativo sui legami attuali tra società e cultura. Per fare questo dialoghiamo principalmente con chi fa lavoro di ricerca.
I nostri settori d'indagine sono la sociologia, l'antropologia, la psicologia, la filosofia e la critica della tecnologia e delle arti.
Abbiamo scelto il nome Singola perché la singolarità è la condizione umana in un tempo di enormi cambiamenti.



FONDATORI
Gianluca Angelici
Davide Palmisano
Filippo Rosso

EDITORE
Singola Media Company Srls
Via dei Magazzini Generali 16, Roma (RM), Italia
C.F. – P. IVA 15800621003

Amministratore Unico
Giorgio Giordani

Business Director
Gianluca Angelici

Social Media Manager
Davide Fabi

REDAZIONE

Direttore Responsabile
Massimo Romano

Caporedattore
Filippo Rosso

Editor
Davide Palmisano

Traduttrice
Cecilia Benedetti


Hanno collaborato con la rivista, in varie forme:

Francesca Artiglia, Erica Casale, Giorgiomaria Cornelio, Alessio Giacometti, Lara Gigante, Francesca D. Knorr, Ryan Koopmans, Matteo Lupetti, Carmine Mangone, Matteo Meschiari, Samir Galal Mohamed, Elena Resta, Mary Tagliazucchi, Lucia Tedesco, Aldo Torchiaro, Silvia Zidarich.

Ringraziamenti:

Maria Cristina Antonucci, Fabio Armao, Maria Borio, Massimo Canevacci, Gianluca Didino, Marco Giovenale, Salvatore Iaconesi, Klaus R. Kunzmann, Vanessa Molter, Davide Nota, Gianfranco Pellegrino, Paolo Peverini, Panu Pihkala, Tom Wickens, Julian Zhara, Giuseppe Zucco e tutte le nostre lettrici e i nostri lettori.

;